La nuova Collection Roses diptyque

Nelle mani di chi offre le rose, resta sempre un po’ di profumo”

Confucio aveva ragione… Rose ed amore sono un duo indivisibile. Come il profumo e diptyque.

Per questo, per San Valentino, la Maison li celebra in tutte le loro forme. E poiché esistono innumerevoli dichiarazioni appassionate ed altrettanti gesti legati al profumo, diptyque li ha riuniti tutti in una gamma: la Collection Roses (Collezione Rose).

Al centro della collezione il protagonista assoluto è un duo di rose, le più iconiche della profumeria: la Centifolia e la Damascena. Due rose, due temperamenti diversi che si esprimono in tutte le loro sfaccettature, attraverso le fragranze e i colori, in una gamma completa di prodotti e soprattutto grazie a due creazioni esclusive: due candele in edizione limitata. Una, inedita, dedicata alla rosa Centifolia e l’altra alla rosa Damascena.

Ritratti olfattivi e grafici per due caratteri singolari

La rosa Centifolia, soprannominata anche “rosa di maggio”, il mese della sua raccolta, deve il proprio nome all’abbondanza dei suoi petali, così tanti che sembrano cento. Dal XVI secolo, è coltivata nella regione di Grasse per estrarne l’assoluta di rosa. Questa è la prima volta in profumeria che una maison le dedica una candela. Non la si era mai sentita così, diffondere nelle volute di una fiamma il suo profumo di fiore fresco e intatto, proprio come lo si può cogliere in natura nelle terre di Grasse, camminando tra le coltivazioni di rosa nel mese di maggio, all’alba prima della raccolta…

Per celebrare questa creazione, diptyque ha creato la grafica esclusiva che impreziosisce la candela Centifolia. “Illustrate bene tutti i miei petali! Come vedete, sono fitti, tantissimi, esuberanti. Come il mio profumo, delicato, crepitante e appena speziato con note pepate. Per i colori, rosa e ancora rosa. Con una punta di azzurro”, questo direbbe la rosa Centifolia del proprio ritratto.

Quanto alla rosa Damascena, ecco cosa potrebbe dichiarare se avesse il dono della parola: “Io al contrario voglio tutto, assolutamente tutto! Giallo, rosso, arancio, viola e anche del violetto. L’intensità del mio profumo deve essere chiaramente percepibile. Sentite? Opulenza, contrasti, animalità… un’esplosione olfattiva!” Anche la rosa Damascena è stata trasformata in profumo “al naturale”, in una candela dalla grafica esclusiva, attraverso la quale dispiega le proprie note voluttuose di rosa nata in Oriente, a Damasco. La leggenda narra che siano stati i Crociati a far scoprire questo fiore all’Occidente. Oggi viene coltivata specialmente in Bulgaria e in Turchia. Se ne estrae l’essenza di rosa Damascena, detta anche essenza di rosa turca.

I due fiori e le loro peculiarità si esprimono in queste due candele, che si possono accendere separatamente oppure insieme: le fragranze fresche e delicate di una si fondono allora alle note voluttuose e mielate dell’altra.

Menu
X