La storia di Olfattorio

Tutto nasce dall’incontro di Renata De Rossi e Giovanni Gaidano con uno dei più famosi maestri della profumeria selettiva, Jean-François Laporte. Un incontro che ha rappresentato per la fondatrice di Olfattorio Bar à Parfums una vera e propria “chiamata”. Renata De Rossi, incantata dalle straordinarie e originali fragranze L’Artisan Parfumeur, decide di dedicarsi alla ricerca olfattiva.

È proprio l’Artisan Parfumeur il primo marchio importato in Italia da Olfattorio. Successivamente fanno il loro ingresso T.LeClerc, Diptyque, Penhaligon’s e gli altri, fino ad arrivare ai 24 brand presenti oggi nelle 14 boutique italiane di Torino, Milano, Bergamo, Bologna, Firenze, Genova, Roma.

Renata De Rossi e Giovanni Gaidano

Un anno dopo, è il 1981, Renata De Rossi ha una conferma della sua intuizione. Si trova a Torino nella sala del ristorante Il Dragone nell’ora di punta, quando il proprietario del locale si ferma, la guarda e le chiede: “Cos’è questo profumo di bosco?”. È Mure et Musc di Jean Laporte, la prima fragranza gourmand della storia della profumeria. Il messaggio è chiaro: un profumo può fermare il tempo.

Per i primi tre anni di attività il Bar à Parfums è uno show-room ispirato dal desiderio di creare un luogo al di fuori della vendita dove ogni appassionato possa immergersi nella cultura del profumo. Un punto esclusivo per incontrare grandi profumi e cosmetici selezionati nel mondo, conoscerne la storia e i segreti tecnici ed emozionali. Una proposta di prodotti di lusso a disposizione del pubblico, che può testarli gratuitamente, e degli addetti ai lavori che accedono ad una raccolta unica e completa.

La filosofia di Olfattorio

Dal sogno all’idea, dall’idea al progetto. Ideato da Renata De Rossi e Giovanni Gaidano, Olfattorio dà vita a un ideale trasformandolo in risultati. Giovanni Gaidano è il rabdomantico autore di una rivoluzione senza confronti nella distribuzione di profumi e cosmetici d’alto livello. L’idea è quella di un luogo esclusivo in cui ciascuno può essere accompagnato nelle esplorazioni olfattive: viaggi che attraverso i profumi conducono alla scoperta di memorie, luoghi, narrazioni. “Il naso è fatto per scoprire” e il profumo esprime la personalità di ciascuno, la sua identità.

Diffondere la cultura del profumo fa parte del DNA di Olfattorio: la scelta di una fragranza è volubile come la moda, c’è un profumo giusto per ogni occasione, stagione e momento della giornata. Le persone sono invitate ad entrare in un Bar à Parfums e risvegliare il senso dell’olfatto portando con sé un’attenzione rinnovata per gli odori. “Ricominciate ad annusare, attivate l’olfatto alla ricerca degli odori che vi circondano. Foglie, fiori, legni, la natura, la città, gli ambienti della casa, gli abiti, gli oggetti, i tessuti… andate alla ricerca degli odori familiari”, sono parole con cui Renata De Rossi esprime le radici profonde della filosofia aziendale.

I Bar à Parfums rappresentano oggi il luogo ideale in cui fare vivere un marchio di profumeria di lusso, perché ogni elemento viene cresciuto nell’amore per la cultura delle fragranze, trattate una ad una rispettando il desiderio dei loro creatori, narrando la storia unica di ciascuna maison e di ogni flacone. Grazie alla “nuova generazione” di Olfattorio rappresentata da Alessandro Moretti e Luli Gaidano, continua la ricerca appassionata che mette al primo posto la selezione di nuovi brand e la formazione.

Il futuro di Olfattorio

Luli Gaidano viene coinvolta fin da giovanissima nel mondo della profumeria selettiva. Dopo il liceo artistico consegue il diploma di grafico pubblicitario, seguendo la sua innata vena creativa. Nel 1981 conosce personalmente Jean-François Laporte e collabora alla introduzione de L’Artisan Parfumeur in Italia, con l’apertura della prima boutique a Torino. Segue un percorso professionale di specializzazione in ambito commerciale e distributivo dove sviluppa capacità nella gestione dei rapporti con i rivenditori e i clienti. Impara a conoscere le complessità distributive della profumeria selettiva. Nel corso degli anni i continui aggiornamenti in Francia e Inghilterra arricchiscono le sue competenze sul prodotto e le sue conoscenze olfattive completando il suo profilo professionale. In Olfattorio è responsabile della formazione per la clientela business e per tutto il personale. Riesce a raccontare ed interpretare l’identità unica di ciascuna maison. Coordina il Bar à Parfums di Torino con la sensibilità e l’impronta unica e distintiva con cui Olfattorio seleziona e propone i migliori marchi del settore.

Anche Alessandro Moretti è immerso sin da bambino nel mondo dei profumi grazie al contesto familiare e alla naturale predisposizione alla ricerca. Studia ingegneria e si avvicina al marketing, arrivando a rappresentare oggi la forza commerciale dell’azienda con una conoscenza accurata del mercato nazionale e un’attento sguardo internazionale. La sua visione non si ferma alla valorizzazione della storia aziendale, ma guarda con curiosità e slancio al futuro dei Bar à Parfums. Si dedica con passione alla scelta delle location più esclusive per rappresentare in Italia i migliori marchi, che lui stesso contribuisce a selezionare nel suo lavoro di ricerca costante.

Il Museo della Cipria

Nei Bar à Parfums di Torino e Firenze è possibile visitare una esposizione suggestiva di confezioni di cipria appartenenti a collezioni private. Il Museo della Cipria è uno spazio sospeso tra sogno e realtà dove le luci illuminano i contenitori: decine e decine di scatoline si raccontano come un carillon che rimanda alla Belle Epoque.

Menu
X